1_f6gStY2DAwuZ2eGPD2FKQg@2x

Empowerment:

  • E’ una variabile continua
  • Può mutare nel tempo, non è una condizione stabile
  • Si specifica in relazione ad un contesto e alla popolazione
  • E’ un costrutto articolato su più livelli

E’ un processo che mira a favorire l’acquisizione di potere, cioè ad accrescere la possibilità di persone, gruppi, organizzazioni, e comunità , etc. di controllare attivamente la propria vita. E’ un concetto multilivello (psicologico-organizzativo-sociale)con una dimensione di processo che ne permette l’acquisizione e una di stato che riguarda l’esito finale

3 pilastri (cornerstone) della teoria dell’empowerment (Zimmerman)

  • Controllo: capacità reale o percepita di influenzare le decisioni
  • Consapevolezza critica: comprensione del funzionamento delle strutture di potere, processi decisionali, gestione delle risorse.
  • Partecipazione: attuare azioni per ottenere i risultati desiderati.

 

Empowerment psicologico

  • Processo di ampliamento (tramite risorse attuali o acquisibili) delle possibilità.
  • Processo attraverso cui l’individuo comprende che obiettivi/risultati delle persone dipendono dalle strategie che attua per raggiungerli.
  • Permette il passaggio dalla percezione di impotenza appresa a quella di speranza appresa.

Componenti dell’empowerment psicologico (Bruscaglioni)

  1. Locus of control interno
  2. Motivazione all’azione e alla partecipazione
  3. Speranza appresa
  4. Ideologia dell’influenza possibile
  5. Percezione di competenza
  6. Percezione di autoefficacia

Requisiti dell’empowerment (Kieffer)

Acquisizione di abilità / conoscenze / potere per influenzare la propria vita, attraverso:

  • Sense of self à coinvolgimento sociale attivo
  • Capacità di analisi critica del contesto
  • Abilità nel definire strategie d’azione
  • Agire in modo efficace con altri per definire e raggiungere obiettivi collettivi

Componenti chiave (Cox e Parson)

  • Atteggiamenti, valori, credenze (self-efficacy, locus of control interno)
  • validazione delle esperienze collettive (riduzione autobiasimo)
  • Conoscenze e capacità critica

 

Empowerment sociale

Definizione: processo intenzionale e continuo attraverso cui le persone di una comunità possono accedere più facilmente alle risorse e accrescere il controllo su di esse.

Il fine dell’empowerment sociale è la creazione di comunità competenti, cioè:

  • che ha un repertorio di possibilità e alterative (potere)
  • che sa dove e come ottenere le risorse (conoscenze)
  • che chiede di essere autonoma (motivazione e autostima)

Strategie:

  • Azione sociale (possibilmente conflittuale):
    • Accrescere consapevolezza degli svantaggiati
    • Redistribuzione delle risorse
    • Modificare gli equilibri di potere, senza usare la violenza
  • Sviluppo di comunità (cooperativo)
    • Sviluppare senso di coesione sociale
    • Sensibilizzare i cittadini
    • Promuovere leader locali
    • Favorire auto-.aiuto sociale (tramite professionisti)
    • Fornire reti di collaborazione tra servizi formali e informali
    • Accrescere il senso di comunità

 

Il senso di comunità è la percezione della similarità con altri, riconosciuta interdipendenza e disponibilità a mantenerla offendo ciò che si vorrebbe ricevere (reciprocità), la sensazione di appartenere ad una struttura affidabile e stabile.

 

Annunci